Scanner Endorale per Impronte Digitale

Oggi possiamo evitare di fare le classiche impronte (i calchi della bocca) con le solite, fastidiose, paste. Grazie ad uno scanner intraorale 3D i pazienti non temono più il fatidico momento in cui bisogna “prendere le impronte”. L’operazione si svolge eseguendo una scansione progressiva delle arcate dentarie nelle zone in particolare dove si svolge l’intervento protesico.

Il risultato è un modello virtuale tridimensionale, che viene visualizzato sullo schermo e può essere controllato.

Questo modello virtuale può poi essere trattato e gestito per inviarlo telematicamente in laboratorio specializzato dove con software appositi verrà utilizzato per modellazioni virtuali computerizzate dei più svariati presidi protesici a cui seguirà la realizzazione per stampa 3D o per fresatura digitale con precisione micrometrica della protesi.